Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
6

Dove mangiare a New York: Piatti da non perdere e indirizzi consigliati

Scopri i migliori Tour culinari e gastronomici nei quartieri di New York Scopri i migliori Tour culinari e gastronomici nei quartieri di New York da 22€ vedi le offerte
foto copertina di Chris Goldberg via flickr

Dallo street food all’alta cucina, il mondo gastronomico di New York è infinito, vario e mutevole. Specchio del multiculturalismo della Grande Mela, la cucina newyorchese diventa un viaggio del gusto che vi porterà nei cinque continenti pur restando tra i grattacieli di Manhattan. Lasciate che profumi e sapori si incontrino tra tradizione e innovazione.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Un viaggio gastronomico tra tradizioni e nuove tendenze

Dall’Estremo Oriente all’America Latina, la cucina di New York si ispira alle tradizioni culinarie di tutto il mondo trasportandovi in un viaggio gastronomico senza eguali. Vario ma anche mutevole, il mondo culinario di New York è in costante evoluzione. Nuove tendenze come la cucina New American e le creazioni fusion, dal messicano-coreano all’israeliano-scozzese, dominano il panorama gastronomico in cui si alternano sempre nuovi e diversi celebrity chef a cui tutto il mondo guarda.

In questo caleidoscopio gastronomico, dunque, andate a caccia delle nuove mode ma non lasciatevi sfuggire le specialità locali, le antiche tradizioni e i ristoranti che hanno scritto la storia di New York.

Da sapere prima di partire

  • Quanto costa mangiare a New York: il prezzo medio di un pasto a ristorante è superiore alla media europea, quindi sappiate scegliere se volete evitare brutte sorprese.
  • Molti ristoranti pretendono la prenotazione (alcuni settimane e mesi prima) o fanno entrare i clienti in ordine di arrivo.
  • Open Table è il servizio di prenotazione online per molti ristoranti.
  • Molti ristoranti offrono un menu a prezzo fisso a pranzo, spesso di ottima qualità.
  • Non dimenticate di dare la mancia.

Cosa mangiare a New York: cibi intramontabili e dove ordinarli

Prima di tuffarvi nel viaggio gastronomico assaggiate quelli che sono diventati i piatti tipici di New York. Ecco una lista di specialità economiche per un pasto veloce e dove trovarle

Hamburger

hamburger new yorkfoto di Morten F via flickrSi racconta che i primi hamburger siano stati preparati nei primi anni del 1800 per alcuni marinai tedeschi nostalgici dei sapori della propria città, Amburgo.

Quel che è sicuro è che oggi l’hamburger è una vera istituzione a New York. Saporito, abbondante e servito con mille salse, l’hamburger della Grande Mela è tra i più buoni al mondo.

Indirizzi dove mangiarlo:

Dal più semplice hamburger di J.G Melon (1291 3rd Ave, NY 10021) in perfetto stile pub al burger gourmet con tartufo e foie gras dello chef Daniel Boulud del db Bistro Moderne (55 W 44th St, NY 10036), troverete cento sfumature di burgers diversi. Il miglior rapporto qualità-prezzo lo trovate da Shake Shack (11 Madison Ave, NY 10010), la classica ricetta da Minetta Tavern (113 Macdougal St, NY 10012), il più nascosto è Burger Joint (119 W 56th St, NY 10019), speakeasy del Parker Meridien Hotel.


Hotdog

hotdogEra il 1871 quando il macellaio tedesco Charles Feltman iniziò a vendere hotdogs a Coney Island. New York non ha mai più smesso di mangiarli.

Economici e comodi da portar via, gli hotdogs sono amati dai newyorchesi sempre di fretta.

Indirizzi dove mangiarlo:

Nathan’s Famous (1310 Surf Ave, Coney Island) è il locale storico, aperto nel 1916 e da cui sono passati anche i presidenti americani. Altro hotdog famoso è quello di Gray’s Papaya (2090 Broadway, NY 10023) da accompagnare con un drink alla papaya. Un altro classico è il Crif Dogs (555 Driggs Ave, Brooklyn, NY 11211) e Katz’s Delicatessen (205 E Houston St New York, NY 10002).


Pastrami on rye

pastrami sandwichfoto via pinterestPortato a New York nel 1887 dagli immigrati ebrei del centro Europa, il pastrami on rye è ancora oggi servito in tutti i Delicatessen della città.

È un panino di manzo con mostarda, la cui carne viene insaporita con erbe per circa un mese, pressata, affumicata e cotta al vapore. Da provare.

Indirizzi dove mangiarlo:

Ovviamente al leggendario Katz’s Delicatessen (205 E Houston St New York, NY 10002), diventato famoso per essere stato il set della famosa scena di Harry ti presento Sally. Oppure al retrò Eisenberg’s Sandwich Shop (174 Fifth Ave, New York, 10010) e da Frankel’s Delicatessen & Appetizing (631 Manhattan Ave, Brooklyn,11222).


Bagel

bagelfoto di Zack Lee via flickrLucido e croccante all’esterno, soffice all’interno, l’arte del bagel fu diffusa dagli ebrei a New York sul finire dell’1800.

Il miglior modo di mangiare bagel è con "schmear", un formaggio spalmabile, e salmone, semplicemente con il burro, o con l’uovo nelle occasioni.

Indirizzi dove mangiarlo:

Allo storico Absolute Bagels (2788 Broadway, New York 10025) potrete scegliere tutti i tipi di bagel che volete. Oppure andate allo storico Murray’s Bagels (500 Avenue of the Americas, New York 10011), aperto nel ’96. Prendete un hot bagel appena sfornato con prodotti di stagione da Sadelle’s (463 West Broadway, New York, 10012), oppure osservateli bollire in acqua e poi cuocere al forno attraverso la cucina a vista di Tompkins Square Bagel (165 Ave A, New York, 10009).


Uova alla Benedict

uova alla benedict foto di Alan Teo via flickrNiente di meglio per un American breakfast: uova in camicia servite su English muffin o pane tostato, bacon ben arrostito e salsa olandese.

Ottime per un brunch gourmet o americano contemporaneo.

Indirizzi dove mangiarle:

Dal francese Tartine (253 W 11th St, New York, 10014), da Norma’s (Le Parker Meridien, 118 W 57th St, New York 10019) e da Prune (54 E 1st St, New York 10003).


Doughnuts

Doughnutsfoto via pinterestLe ciambelle dolci dai mille colori fanno gola a tutti. Ma ricordatevi che sono fritte.

Provate i doughnuts al burro marrone, cacao e lampone, lime e cocco e altre infinite varianti! Sbizzarritevi con i gusti al frutto della passione o all’ibisco e assaggiate se potete il doughnut alla creme brulé. Ecco dove.

Indirizzi dove mangiarle:

Underwest (638 W 47th St, New York, 10036); Dough (448 Lafayette Ave, Brooklyn, 11238); Doughnut Plant (379 Grand Street, New York 10002).


Cheesecake

cheesecakefoto di Angie Chapman via flickrInventata nel 1929 dal proprietario del ristorante Arnold Reuben, la cheesecake è diventata un must di New York.

Diciamocelo, per assaggiare una cheesecake fatta come si deve, bisogna volare a New York!

Indirizzi dove mangiarla:

Quella di Junior’s Restaurant (386 Flatbush Ave, NY 11201) è diventata sinonimo della cheesecake in stile newyorchese. Oppure cercate di assaggiare i 20 gusti che vanno dal mirtillo al kahlua da Eileen’s (17 Cleveland Place, NY 10012) e lasciatevi incantare dalle creazioni di Mah-Ze-Dahr (28 Greenwich Ave, New York 10011).


Cupcakes

cupcakesfoto di Gary Bembridge via flickrDi origine anglosassone ma diffusi ampiamenti negli Stati Uniti, i cupcakes sono mini-torte cotte anticamente in tazze, oggi in pirottini di ceramica o stampi di carta da forno.

I cupcakes non mancano mai nelle festività americane. Esistono anche dei tour dedicati, dove si possono assaggiare e creare cupcake personalizzati.

Indirizzi dove mangiarli:

Ovviamente da Magnolia Bakery (401 Bleecker St, NY 10014-2452) reso famoso da Sex and the City da Two Little Red Hens (1652 Second Ave, New York 10028), il paradiso dei chocoholics, oppure provate le leziose prelibatezze di Georgetown Cupcake (111 Mercer St, New York 10012).

PRENOTA UN TOUR DEI CUPCAKE A GREENWICH VILLAGE


Pancakes

pancakesLe frittelle simili alle crêpe ma più spesse, sono su tutte le tavole americane per colazione.

Di solito sono accompagnate da sciroppo d'acero, marmellata o burro d'arachidi, oppure salate quando servite con uova e bacon.

Indirizzi dove mangiarli:

Preparate il vostro Instagram da Sunday in Brooklyn (348 Wythe Avenue and South 2nd Street Brooklyn 11249) o preparatevi alla pila di pancakes che vi serviranno da Bubby’s (120 Hudson St, New York 10013). Non perdete i pancakes di Clinton St. Baking Company (4 Clinton St, New York 10002-17).

Mercati, Food truck e food cart: spendere poco e mangiare sano

Mangiare bene e sano spendendo poco, il segreto è il mercato! I newyorchesi adorano i prodotti freschi di stagione. Quindi la città è piena di mercati. Tra i migliori, il Chelsea Market, il Gansevoort Market o l’Union Square Greenmarket. Un’ottima soluzione per organizzare il vostro picnic o una cena a casa.

Hamburgers, bagels e pancakes sono gli intramontabili della cucina americana di tutti i tempi, ma la nuova tendenza dello street food per chi vuole spendere poco e mangiare sano (e rapidamente) oggi sono i food truck e i food cart. Sono un nuovo genere di ristoranti mobili che propongono cucina di alto livello e piatti fusion.

  • Tra i food truck da tenere d’occhio: Red Hook Lobster Pound, Kimchi Taco, Calexico Cart, Souvlaki GR e Van Leeuwen Ice Cream.

Dove mangiare a New York: Ristoranti per tutte le tasche e tutti i gusti

Li abbiamo divisi per zone e quartieri, ecco la nostra selezione.

Lower Manhattan e Financial District

Se state tornando affamati dalla Statua della Libertà o dal Brooklyn Bridge fate una sosta per pranzo al Seaport Smorgasburg, il mercato di Brooklyn amato dagli hipster, che da maggio a settembre invade l’altra sponda dell’East River con lobster rolls (panini con astice e maionese), ramen, pizza e sandwich texani.

Altrimenti sedetevi a tavola da Fraunces Tavern, dove anche George Washington ha cenato nel 1762. Non mancheranno stufati, zuppa di vongole, sformato di pollo e il classico "sundae" (gelato con brownie, arachidi, banana, ciliegie e cioccolato fuso). Se invece volete avere un’idea della cucina americana contemporanea andate da Bâtard.

Per un momento di nostalgia di casa chiedete una pizza Da Mikele, un angolo d’Italia rimasta alla Dolce Vita, o fate un aperitivo all’italiana. Per una cucina italiana rivisitata, invece, direzione Locanda Verde.

PRENOTA UN TOUR  GASTRONOMICO A LOWER MANHATTAN


Soho e Chinatown

Dopo shopping e passeggiate tra Soho, Little Italy e Chinatown fate una sosta da Xi’an Famous Foods, ristorante informale di Chinatown dove regna l’hamburger di agnello al cumino. Chinatown è, infatti, la zona migliore dove trovare localini accoglienti e sentirsi come in famiglia a prezzi convenienti.

I vegetariani saranno curiosi invece di provare i piatti sani ma mai noiosi di Butcher’s Daughter. Chi va in cerca di specialità thailandesi, non deve perdere Uncle Boons, un posto simpatico e retrò pieno di locandine di film thailandesi e vecchie foto di famiglia.

In uno stretto vicolo di Chinatown, infine, si nasconde Nom Wah Tea Parlor, all’apparenza classico diner americano ma in realtà il ristorante di dim sum più vecchio della città. Per i più esigenti, Estela offre un’ottima cucina americana contemporanea e Balthazar, l’incontro di Parigi e New York in un meraviglioso bistrot.

PRENOTA UN TOUR GASTRONOMICO A CHINATOWN


East Village e Lower East Side

Esplorate le stradine dell’East Village tra graffiti, artisti e caffè ma poi il viaggio continua a tavola. Dalla California del Sud del caffè El Rey all’Estremo Oriente tra i ramen di Rai Rai Ken, l’itinerario del gusto attraversa il mondo. Assaggiate i ravioli al vapore, saltati o in brodo da Vanessa’s Dumpling House o i noodles di Momofuku Noodle Bar.

Respirate aria di mare da Upstate, volate in Italia per il tempo di una romantica cena da Lavagna ma poi tornate a New York per assaggiare i bagel con salmone in un diner vecchio stile come Russ & Daughters Cafe, passando per l’India da Babu Ji e il Marocco al Cafe Mogador.

Per chi non vuole perdere di vista la cucina americana, Prune è il migliore della zona dove pasteggiare con Bloody Mary, 11 tipologie a vostra scelta. Se vi sentite creativi, lasciatevi guidare dallo chef Jonathan Wu al ristorante fusion Fung Tu.

PRENOTA UN TOUR GASTRONOMICO NEL LOWER EAST SIDE


West Village, Chelsea e Meatpacking District

Dopo le lunghe passeggiate nel West Village, le gallerie d’arte di Chelsea e un giro sull’High Line, vi siete meritati una sosta. Veloce e gustosa, la pausa al burger bar, Umami, o da Jun-Men per riscaldarvi con un piatto di ramen.

Per una buona pita mediorientale andate da Moustache, per i migliori falafel di New York da Taïm. Se proprio volete cucina italiana, avrete la scelta tra il modaiolo Rosemary’s e il più rustico Morandi.

Per un brunch prima di esplorare l’High Line, Cookshop, dove far carico di uova alla benedict in quelle domeniche pomeriggio in hangover. Per i vegani determinati, Blossom vi tenterà, dopo tofu, seitan e verdure, con un seducente wine and chocolate bar.

Se avete ampia disponibilità di budget, scegliete Blue Hill, regno dello chef Dan Barber, o Redfarm dove l’Oriente incontra l’Occidente. Minetta Tavern, invece, è il bistrot leggendario in zona. Heath, il supper club dei creatori dello spettacolo teatrale ""Sleep no more" dove continuare la serata.

PRENOTA UN TOUR GASTRONOMICO NEL WEST VILLAGE


Union Square, Flatiron District e Gramercy

Se volete evadere dal grigiore dei grattacieli di New York fate una pausa da Tacombi Café El Presidente, tutto verde e rosa, che vi porterà in un attimo a Città del Messico. Oppure ordinate una Mimosa di fico d’india e tacos tra i cactus di Javelina. Chiedete una Margarita e deliziatevi con lo street food messicano.

Se invece siete più filoasiatici, Republic offrirà ottimi pad thai. Per gli estimatori della cucina italiana, Maialino vi servirà piatti di casa nostra preparati con ingredienti freschi dello Union Square Greenmarket.

Ma se invece volete continuare a vivere il vostro sogno americano, allora scegliete tra il vivace ed esclusivo Craft, il country-chic Gramercy Tavern o l’ecosostenibile ABC Kitchen.

PRENOTA UN TOUR GASTRONOMICO NEL FLATIRON DISTRICT


Midtown

Nel cuore di Manhattan avrete solo l’imbarazzo della scelta su dove mangiare. Per un pranzo leggero, scrivete il vostro nome e quanti siete sulla lavagna e aspettate il vostro turno in un minuscolo posto da 20 coperti che si chiama Totto Ramen.

Se volete fare gli americani e mangiare hamburger, non perdete il sopracitato Burger Joint, oppure scegliete il leggendario sandwich cubano da El Margon. Se siete nostalgici dell’Europa, ViceVersa vi servirà ottimi piatti italiani, Artisanal, le specialità francesi tra cui 200 varietà di formaggi.

Se volete intrigare qualcuno, scegliete il mediterraneo Taboon.

Se invece volete incontrare il jet set di Manhattan, puntate su NoMad. Per ostriche e champagne come se foste a Parigi, John Dory Oyster Bar. Ma la chicca da non perdere è Hangawi: uno spazio zen con musica da meditazione, sedili bassi e piatti coreani senza carne. Infine, il top a Midtown si chiama Le Bernardin, ristorante tre stelle Michelin dello chef francese Éric Ripert.

PRENOTA UN TOUR GASTRONOMICO A MIDTOWN MANHATTAN


Upper East Side

Tra il lusso e l’eleganza dell’Upper East Side datevi un tono da Tanoshi, piccolo e rinomato ristorante di sushi, o al Café Sabarsky dove mangiare gulasch e Sachertorte come se foste nell’opulenta Vienna asburgica di inizio Novecento.

Altrimenti fermatevi da Up Thai, il miglior thailandese della zona. Se volete giocarvi la carta green, vegana e biologica andate da Candle Cafe. Se invece volete divertirvi a condividere mezze di specialità turche, direzione Beyoglu.

Se siete amici di Woody Allen o avete ampia disponibilità di budget, non perdete una serata al Café Carlyle, dove il regista suona il clarinetto ogni lunedì sera con gli Eddy Davis New Orleans jazz band.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Upper West Side e Central Park

Prima di andare a passeggiare a Central Park, fate il carico da Barney Greengrass che serve gli stessi piatti con uova, salmone, caviale e babka al cioccolato di quando aprì più di un secolo fa.

Se amate i sottaceti, dovete andare da Jacob’s Pickles, se siete in vena di comfort food andate da The Smith, e ricordatevi del suo "raw bar". Se invece avete proprio voglia di quell’hamburger di black angus, PJ Clarke’s è il posto giusto.

Altrimenti rilassatevi da Dovetail, ristorante stellato Michelin tra arredi zen e piatti di stagione.

Se volete far colpo su qualcuno, puntate su Loeb Boathouse, sulla punta nord-orientale del Central Park Lake con la vista dello skyline di Midtown in lontananza. Anche se il panorama vale più del cibo.

Vale la pena andare a Brooklyn, tra gli altri innumerevoli motivi, per provare la cucina creativa thai di Pok Pok o accomodarsi al River Café per godersi l’incantevole panorama di Manhattan oltre l’East River.


Il viaggio gastronomico potrebbe continuare all’infinito, continuate voi a scriverlo!

6
Quanto ti è stata utile questa guida?
foto copertina di Chris Goldberg via flickr
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi a New York per tipologia

VIVI New York è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0