Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
8

Periodo migliore per visitare New York: Clima e prezzi

Foto copertina via flickr.com/photos/villes/

È sempre difficile capire qual è il periodo migliore per visitare New York. Qualche consiglio utile su clima, prezzi ed eventi di richiamo, perciò, può esserti d’aiuto. Se invece hai già le idee chiare su quella che sarà la data di partenza, non dimenticare la documentazione. Passaporto e visto turistico per gli Stati Uniti sono obbligatori: ricorda di prepararli per tempo.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Il clima e le temperature di New York

Non c’è dubbio. Le stagioni migliori per visitare la Grande Mela sono quelle intermedie. Settembre e ottobre, in particolare, sono mesi incantevoli, vuoi per i colori di Central Park, vuoi per l’aria tiepida e le piogge non troppo frequenti.

Non male neanche il mese di novembre, più fresco, ma comunque vivibile e prodigo di eventi imperdibili, quali la Maratona di New York e il Giorno del Ringraziamento.

Maggio e giugno restano mesi altamente indicati, sebbene la primavera newyorkese possa riservare sempre qualche brutta sorpresa in fatto di precipitazioni.

Vero però che New York ha un suo perché in ogni periodo dell’anno.Che dire delle atmosfere natalizie uniche nel suo genere o delle estati calde e ben soleggiate, da vivere all’aperto? Molto dipenderà anche dai gusti personali.

In generale, il clima newyorkese è di tipo continentale. A inverni freddi si alternano estati calde, in più la particolare posizione sul mare, tra Oceano Atlantico e Golfo del Messico, è spesso motivo di clima instabile e piogge abbondanti, specie tra marzo e aprile.

L’estate è particolarmente calda: si vai dai 25° delle giornate più “fresche” agli oltre 35° portati dalle numerose ondate di calore. Occhio a qualche temporale, habitué dei pomeriggi di luglio e agosto. L’autunno è la stagione meno piovosa dell’anno. Il clima è mite (tra 25° e 15°), con i primi freddi soltanto a partire da metà novembre.

Se hai deciso di visitare New York in inverno, invece, preparati a temperature veramente rigide, con medie di poco sopra lo zero e minime che toccano i -10°. All’ordine del giorno anche neve e vento gelido, tuttavia non mancano giornate soleggiate con massime di poco oltre i 10°.

La primavera, invece, porta con sé temperature tutto sommato gradevoli, anche se non mancano picchi di caldo fuori stagione alternati a freddo quasi invernale. Numerose anche le piogge.

New York: abbigliamento mese per mese

Qualche consiglio anche sul vestiario da mettere in valigia. Giugno, luglio e agosto sono i mesi più caldi, perciò il bagaglio si fa molto leggero. Unico vero accorgimento: ricorda un maglioncino per ripararti dall’aria condizionata!

A settembre aggiungiamo un giubbotto per le ore serali, ovviamente più fresche di quelle diurni. Tra novembre e dicembre sfoderiamo invece i primi maglioncini e giubbotti anche di giorno.

Nel periodo di Natale e per tutti mesi invernali (un po’ meno marzo) è invece necessario non farsi mancare niente: maglioni di lana, giubbotto, sciarpa, guanti, cappello… insomma, tutto il necessario per sopportare il grande freddo.

Ad aprile e maggio, infine, valgono i soliti accorgimenti per la primavera: abbigliamento piuttosto leggero con un maglioncino per la sera e comoda giacca a vento, anche di giorno.

Gli eventi di richiamo

L’autunno si conferma periodo ideale anche per quel che riguarda gli eventi più di spicco della metropoli newyorkese.

A settembre si segnalano il Labour Day (festa di fine estate) nel primo lunedì del mese e il toccante Anniversario dell’11 settembre.

Ad ottobre vale la pena vivere la notte di Halloween, molto sentita nel mondo americano e il Columbus Day (il 9), che unisce Italia e USA nel ricordo di Cristoforo Colombo.

Novembre è probabilmente il mese più ricco di eventi e feste di spicco, tra Maratona di New York, Thanksgiving Day (Giorno del Ringraziamento), Black Friday e lo stagionale “foliage” a Central Park.

La primavera si segnala con il Memorial Day (ultimo lunedì di maggio), l’Easter Parade a Pasqua e il Museum Mile Festival di metà giugno, con i principali musei della Grande Mela aperti gratuitamente.

L’inverno è invece la stagione del Natale newyorkese (da visitare il maestoso albero di Natale del Rockfeller Center) e del grande bagno di Capodanno a Coney Island.

Ma l’evento più importante cui partecipare a New York rimane ovviamente il Giorno dell’Indipendenza, datato 4 luglio. Tra luglio e agosto anche moltissimi concerti ed eventi cinematografici da gustare all’aperto.

Voli per New York: quando partire?

Al netto di clima, temperature ed eventi di richiamo, possiamo fare due conti su quelli che sono i periodi più convenienti per prenotare il volo.

Autunno e primavera continuano a rappresentare un buon compromesso tra qualità del clima e prezzi dei voli. Dall’Italia, se si è fortunati, troviamo anche occasioni sotto i 400 € andata/ritorno, comunque non più di 600 €. A novembre, in particolare, è possibile scovare ribassi veramente invitanti.

Trovare voli low cost da Milano, Roma o qualsivoglia aeroporto italiano per New York è meno semplice in alta stagione (estate, Natale e Capodanno) o in prossimità degli eventi di spicco (durante le festività è bene anche dare un’occhiata alla disponibilità di hotel ed ostelli). Qui i prezzi difficilmente scendono sotto i 600 €; il consiglio è perciò di agire con largo anticipo (almeno 7 mesi prima della partenza se è possibile) e cercare assiduamente, sui soliti siti comparatori ma anche su portali stranieri.

Detto di novembre, la seconda metà di gennaio, insieme a febbraio e alla prima metà di marzo restano i momenti dell’anno con il più scarso afflusso di turisti. In questo periodo è possibile trovare tariffe veramente basse, anche sotto i 300€ per viaggi andata/ritorno di più giorni. Va pur ponderata la scelta di partire per New York proprio nei giorni più freddi e meno ospitali dell’anno.

Fiumicino e Malpensa sono ovviamente gli aeroporti con più collegamenti diretti per New York, anche se molto spesso le offerte più convenienti sono quelle che prevedono scalo o che partono da aeroporti minori, lontani da Roma e Milano.

Lufthansa, British Airway, Airfrance e Alitalia sono le principali compagnie che offrono voli giornalieri da e per New York. Interessante, e leggermente più economica, anche l’ipotesi Turkish Airlines, sebbene lo scalo a Istanbul potrebbe allungare sensibilmente i tempi di viaggio.


Hai finalmente deciso quando partire per New York? È ora di prendere il volo!

8
Quanto ti è stato utile questo articolo?
Foto copertina via flickr.com/photos/villes/
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi a New York per tipologia

VIVI New York è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0