Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
3

Bronx, la casa del Botanical Garden e dello zoo cittadino tra i più grandi al mondo

Spesso dipinto come il quartiere più socialmente difficile di New York, Il Bronx è famoso in tutto il mondo per il suo“carattere” underground e cosmopolita. Questa è la nostra guida per non farsi intimorire e scoprire le speciali ricchezze di uno dei cinque grandi quartieri di New York.

  • Informazioni

    Cosa vedere e fare nel Bronx

    Conosciuto da tutti i Newyorkesi come The Bronx e soprannominato come The Boogie Down, il Bronx è l’unico dei cinque quartieri di New York ad essere interamente sulla terra ferma. Il Bronx è molto variegato ed è ben diverso da come in genere viene descritto dai media.

    Bronx street art The All Nite Images flickrfoto di The All Nite Images via flickr

    Col passare dei decenni si è sempre di più allontanato dall’immagine del Bronx “brutto, sporco e cattivo”. È il luogo di nascita della musica rap/hip hop e casa di una delle più gloriose squadre del baseball statunitense, gli Yankees.

    Nel corso degli anni, diversi gruppi etnici hanno iniziato a chiamare il Bronx come la propria casa: l’Arthur Avenue è il centro della cultura italo-americana newyorchese, anche più della Little Italy di Manhattan.

    South Bronx è una zona un po’ difficile, ma è il centro della cultura portoricana.

    La zona centrale è chiamata "The Hub" tra la 149 St. e Third Avenue. Sebbene non sia grande come il centro delle grandi città americane qui si trovano i principali negozi e centri commerciali.

    South Bronx

    L’area a sud del distretto è famosa in tutto il mondo per essere stata la culla della musica hip hop e per essere arricchita da numerosi graffiti. Entrambe le espressioni artistiche sono nate negli anni 70 e hanno avuto diverse trasformazioni assieme ad altri generi quali il rap e la breakdance sino ad arrivare ad oggi.

    La zona Grand Concourse, con i suoi ampi boulevard e gli edifici art déco, è stato inaugurato nel 1909 come risposta di New York agli Champs-Élysées di Parigi. Oggi troverete una vibrante collezione di gallerie, musei e ristoranti.

    Bronx Museum of art

    Il Bronx Museum of the Arts esplora le ricchezze multiculturali della sua città attraverso le sue mostre, mentre il Bronx Documentary Centre è diventato un campo di allenamento per aspiranti fotografi e registi e organizza proiezioni di documentari e spettacoli sul tetto durante l’estate ad ammissione gratuita.

    Un famoso ristorante del South Bronx è il  Feeding Tree , specializzato in piatti giamaicani come la capra al curry. Ma il ristorante che cattura al meglio lo spirito del quartiere è sicuramente Sam's Soul Food. Il proprietario è un immigrato ghanese che gestisce il ristorante da 15 anni e offre specialità come costolette e pane di mais.

    La vera little Italy

    Chiedete ad un qualsiasi newyorkese la giusta via per la Little Italy e lui certamente vi indicherà quella del Bronx. Questa zona del Bronx è anche conosciuta come Belmont o Arthur Avenue ed è la casa segreta per molti Italo-Americani. Il quartiere è il luogo migliore per prendersi una pausa dalla frenetica Manhattan da cui dista solo 30 minuti: una passeggiata tra i sapori della cucina italiana.  

    Vi segnaliamo in particolare la tradizionale Pasticceria De Lillo che oltre ai biscotti e i dolci offre un’ampia varietà di gelati; come ristorante raccomandiamo di fare un salto alla Trattoria Antonio che offre un’ampia scelta di piatti regionali italiani, dalla bistecca fiorentina alle lasagne per arrivare ad una vasta selezione di pizze.

    Piccola curiosità: lo sapevate che l’attore Joe Pesci è stato scoperto da Robert De niro mentre lavorava in un noto ristorante locale come maitre?

    Lo zoo del Bronx: percorsi migliori e mezzi per raggiungerlo

    Bronx zoo new york

    Lo zoo del quartiere ospita oltre 6000 specie di animali ed è per questo molto amato dai più piccoli, ma anche dagli adulti. L’ampiezza dell’area suggerisce di concentrarsi su dei percorsi specifici, ve ne consigliamo tre: La Congo Gorilla Forest e la Tiger Mountatin hanno lo scopo di raccontare ai visitatori gli habitat naturali e le minacce che questi animali incontrano ogni giorno.

    Per i più giovani (bambini dai 3-8 anni) Nature Trek è il percorso migliore per avere una nuova prospettiva sulla natura. Lo zoo è aperto dal 3 Marzo al 30 Novembre dalle 10 alle 17 (dal lunedì al venerdì; fino alle 17:30 nei weekend e nei giorni festivi). In bassa stagione, dal 4 novembre al 5 aprile, il parco invece aperto dalle 10 alle 16:30. Il biglietto standard (over 13) costa 36,95 dollari; gli sconti si applicano ai bambini (2-13 anni) e per gli over 65 per cui i biglietti costano rispettivamente 26,95 e 31,95 dollari.

    L'ingresso allo zoo del Bronx è incluso nel New York Flex Pass

    Lo zoo è facilmente raggiungibile coi treni 2 & 5 da West Farms Square/East Tremont Av., E 180th Street, o Pelham Parkway-White Plains Road.

    Yankee Stadium

    Gli Yankees sono una delle due squadre di Baseball ad avere sede a New York e coi suoi 27 titoli nazionali sono la più vincente di tutti gli States. La magia che circonda la squadra Yankee Stadium, dove giocarono la loro prima stagione nel 2009 - vincendo le World Series lì in una partita di sei partite contro i Phillies. Gli Yankees giocano da aprile a ottobre, ma nonostante questo, vale la pena visitare il loro unico stadio in qualsiasi periodo dell’anno vi troviate a visitare la città.

    Le visite guidate allo stadio si svolgono ogni 20 minuti tra le 11:00 e le 13:40 e di solito includono il museo, la piroga, la press box, la club house, il campo e il Monument Park (sede di targhe che commemorano grandi giocatori come Babe Ruth e Joe DiMaggio). Non volete fare inutili file? C’è la possibilità acquistare i biglietti in anticipo tramite Ticketmaster al costo di 20 dollari.

    Pelham Bay Park

    Pelham Bay Park è più grande di tre volte il Central Park di Manhattan ed è il parco più grande della città. Una volta giunti al parco potrete fare lunghe passeggiate sui sentieri escursionistici, Orchard Beach, la Bartow-Pell Mansion, due campi da golf e un litorale mozzafiato che abbraccia Long Island Sound. Se non potete fare a meno di una corsetta al parco e avete con voi dei bambini non disperate! I vostri figli potranno divertirsi nelle numerose aree da gioco. Il Pelham Bay Park ha anche numerose specie animali e vegetali che lo popolano e dispone di posizioni privilegiate per osservare uno dei cacciatori più abili della natura, il Falco Pescatore.

    Camminate per un paio di chilometri sulla terra che è passata nelle mani degli indiani Siwanoy, Ann Hutchinson e dell'esercito continentale, per citarne alcuni. In definitiva, visitare il Pelham Bay Park durante il vostro soggiorno a New York è decisamente un must.

    Il cimitero di Woodlawn

    Coprendo oltre 400 ettari di terra in memoriali e lapidi, il Cimitero di Woodlawn è conosciuto come uno dei cimiteri più grandi ed eleganti di New York.
    Fondato nel 1863 durante il movimento del cimitero rurale, il cimitero contiene circa 300.000 tombe. Per gli appassionati della letteratura il cimitero ospita la tomba di Herman Melville, autore del libro Moby Dick. Nostalgici o appassionati del Titanic Un altro luogo da non perdere è il memoriale dedicato al naufragio del famoso transatlantico.

    Special tip: per fare le foto è richiesto il permesso.

    L’Orto botanico

    Bronx Orto Botanico

    Il Giardino Botanico di New York nel Bronx è un museo all’aria aperta che mostra i più bei fiori e paesaggi stagionali che non ti aspetteresti di trovare in una grande città. Il segreto è andare sabato mattina quando l'accesso ai giardini è gratuito dalle 9 alle 10.

    Perfetto per coppie, famiglie o anche per chi ha solo bisogno di stare un po’ di tempo lontano dal grande e costante rumore della città.

    È facile perdersi in un territorio di 250 ettari, vi consigliamo quindi posti da non perdere per ogni stagione. Passeggiare attraverso la foresta della famiglia Thain in estate è come camminare attraverso una foresta pluviale; La primavera è il momento perfetto per vedere il Rockefeller Rose Garden quando le rose sono in piena fioritura, mentre in autunno c’è un vero e proprio trionfo di colori con tutte le tonalità di giallo e rosso.

    Edgar Allan Poe Cottage

    Chi ama la letteratura non può perdersi la visita di questo luogo storico. Il piccolo casale in legno, costruito intorno al 1812, offre una vista senza ostacoli sulle ondulate colline del Bronx, forse anche sulle rive di Long Island. L’edificio è stato la casa di Poe dal 1846 al 1849, gli ultimi tre anni della sua vita, e qui ha scritto alcune delle sue opere più famose, tra cui "Annabel Lee" e "The Bells".

    La casa è aperta per le visite tutti i giovedì e venerdì dalle 10 alle 15, sabato dalle 10 alle 16 e domenica dalle 13 alle 17; biglietti: 5 dollari per gli adulti, 3 dollari per studenti, bambini e over 65.

    Le attività culturali con la Bronx Cultural Card

    La carta, al costo di 25 dollari, dà diritto all’ingresso scontato a mostre ed eventi oltre che a dare la possibilità di ricevere in anticipo il calendario delle attività e l’iscrizione alla newsletter.

  • Tour e Attività
  • Dove si trova
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

    Come arrivare nel Bronx

    Per raggiungere il Bronx da Manhattan e dagli altri principali quartieri di New York potete prendere la metropolitana (subway) utilizzando le linee 1, 2, 4, 5, 6, B e D.

3
Quanto ti è stata utile questa guida?

Alloggi a New York per tipologia

VIVI New York è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0